Arrivo  Notti Adulti
          gg/mm/aaaa
Cancella/Modifica la prenotazione
La Storia

Il nome deriva dall'altro celeberrimo locale a due passi da Piazza Navona, la rinomata Taverna dell'Orso, con annesso uno dei locali notturni a tutt'oggi più in voga: la Cabala. Helio (dal greco helios: sole) venne aggiunto in ossequio ad una antica tradizione del luogo dove le popolazioni romane usavano recarsi per assistere come ad un rito, al sorgere del sole dal Monte Albano, una delle pendici circostanti. All'antico rito si sostituì, all'inizio degli anni sessanta, la consuetudine di concludere all'Helio Cabala le lunghe notti romane della DOLCE VITA. Erano i tempi in cui Frank Sinatra, Anita Ekberg e Ava Gardner animavano le notti romane, in cui i paparazzi fotografavano le liti tra Richard Burton e Liz Taylor e la presenza di Sophia Loren era regolare, visto che in seguito comprò una villa nei paraggi. Poi, nel 1990, i mondiali di calcio in Italia hanno rinverdito i fasti dell'Helio Cabala, con Azeglio Vicini che nella attuale Sala Executive aveva sistemato la Stanza Tattica, dove con l'ausilio di un videoregistratore venivano elaborate le strategie delle partite della nazionale dei gol di Schillaci e Vialli. Oggi scegliere l'Helio Cabala è scegliere uno scenario creato dalla natura e valorizzato dall'uomo per rendere unici gli avvenimenti importanti. L'organizzazione sapiente che dispensa un tocco di velluto alle grandi occasioni garantisce sia il rispetto delle buone tradizioni che una elegante ospitalità. In estate l'atmosfera diventa frizzante, con la carezza del vento di ponente che accompagna ai Castelli Romani quelli che hanno deciso di rimanere a Roma per le vacanze. E così, per chi arriva per la prima volta o torna ancora sul colle dove sorge l'Helio Cabala la magia è la stessa.